Incontro segreto tra Israele e Sudan: accordo su normalizzazione relazioni bilaterali

Benjamin Netanyahu ha annunciato di aver incontrato il Presidente del Consiglio Militare di Transizione sudanese in Uganda. I due hanno concordato di avviare la normalizzazione delle relazioni tra i due paesi. 

Netanyahu ha incontrato Abdel Fattah al-Burhan nella residenza del presidente ugandese Yoweri Museveni a Entebbe, un incontro che è stato reso pubblico solo quando il primo ministro israeliano lo ha comunicato via Twitter.

“Abbiamo concordato di avviare una cooperazione che porterà alla normalizzazione delle relazioni tra i due paesi”, ha anche twittato Netanyahu in ebraico. “Storia!”

Burhan non è stato visto dai giornalisti che erano lì per coprire l’incontro di Netanyahu con Museveni, e il suo viaggio non è stato riportato dai media sudanesi.

Immediatamente dopo l’incontro, Netanyahu ha dichiarato di credere che il Sudan si stesse muovendo in una “direzione nuova e positiva” e di aver condiviso questa impressione con il Segretario di Stato americano Mike Pompeo.

Domenica, Abdel Fattah al-Burhan è stato invitato a visitare Washington da Pompeo in quello che sarebbe il primo viaggio del genere di un leader sudanese in tre decenni.

L’annuncio di lunedì segna una brusca inversione di tendenza per i due paesi da quando il leader di lunga data Omar al-Bashir è stato destituito.

Poco prima di essere destituito dal potere, Bashir aveva detto che gli era stato consigliato di normalizzare i legami con Israele, una richiesta che l’ex presidente sudanese ha respinto affermando che il suo destino fosse “nelle mani di Dio”.

Israele e il Sudan non hanno mai avuto relazioni bilaterali ufficiali, Israele invece intrattiene strette relazioni con il Sud Sudan, che si è separato dal Sudan nel 2011.

 

Nessun commento

Lascia un commento sull'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.