Kanoute raccoglie 1 milione per costruire la prima moschea di Siviglia dopo 700 anni

L’ex calciatore Fred Kanoute, che ha giocato per il Siviglia, guida gli sforzi per fornire uno spazio permanente e formale ai musulmani della città. 

L’ex stella del calcio Fred Oumar Kanoute ha raccolto 1 milione in una campagna di crowdfunding online per costruire appositamente la prima moschea e centro culturale a Siviglia, in Spagna, in oltre 700 anni.

Kanoute, un musulmano francese di origine maliane,che giocava per il Sevilla FC, ha iniziato la campagna un anno fa su LaunchGood, una piattaforma di crowdfunding focalizzata sulla comunità musulmana globale.

“Grazie e che Dio ricompensi tutti coloro che hanno partecipato alla campagna”, ha twittato Kanoute martedì.

Olga Torres, un membro del dipartimento di studi arabi e islamici dell’Università di Siviglia, ha confermato ad Al Jazeera che non c’era mai stata una moschea appositamente costruita in città in “quasi 800 anni”, dal tempo della presenza islamica in Andalusia.

La Moschea Kanoute 4 di Siviglia  raccoglierà eventuali fondi aggiuntivi raccolti entro il 27 maggio.  Il costo stimato del progetto è vicino a 12 milioni di euro ($ 13,1 milioni).

L’anno scorso, Kanoute ha collaborato con la  Seville Mosque Foundation (SMF).

“Quando sono arrivato lì [Siviglia], è stato molto difficile trovare una moschea. Ho dovuto chiedere alla gente”, ha detto ad Al Jazeera Kanoute, che si è convertito all’Islam quando aveva 20 anni .

La comunità musulmana di Siviglia è un “bel mix” tra convertiti spagnoli, musulmani spagnoli di seconda generazione e persone provenienti da Algeria, Marocco, Senegal e provenienza malese. 

La Spagna ha circa due milioni di musulmani di cui circa 30.000 residenti a Siviglia.

Nel 2007, Kanoute, vincitore della Coppa di Spagna e UEFA, ha acquistato una musalla, o spazio di preghiera, a Siviglia che stava per chiudere dopo che il contratto era scaduto. Kanoute ha precedentemente descritto quello spazio come una “moschea temporanea”.

Il progetto da 1 milione di dollari promette di essere più ampio e permanente.

“È una figura molto rispettata a Siviglia non solo per il calcio ma anche per come è come persona”, ha detto ad Al Jazeera Ibrahim Hernandez, il direttore della SMF. 

“Quando hai qualcuno come Oumar accanto a te, le persone vogliono ascoltare le tue storie, vogliono sapere di te, cosa stai facendo”, ha aggiunto.

Oltre a tenere preghiere, la moschea e il centro culturale organizzano seminari per la comunità locale su temi come il parto, le arti andaluse e la cucina.

È inoltre prevista una clinica sanitaria che fornisce assistenza primaria alla popolazione locale, insieme a lezioni di arabo e corano per bambini. 

 

Circa 30.000 musulmani vivono a Siviglia [File: Courtesy of Seville Mosque Foundation]

“Una moschea per giovani, bambini e musulmani di prima, seconda e terza generazione è così importante per l’identità dei musulmani e per la comprensione della loro religione”, ha detto ad Al Jazeera Abdiya Meddings, un imprenditore britannico e residente a Siviglia. Gli spazi di preghiera esistenti a Siviglia sono generalmente piccoli, ha detto, in particolare quelli negli scantinati.

“Mentre la maggior parte delle donne non partecipa alle preghiere del venerdì, poichè gli spazi femminili nelle musallas sono troppo pieni”, ha detto Meddings, un ex insegnante di Corano. Insegnava ai bambini di età compresa tra i 5 e i 13 anni, ma lo spazio era spesso troppo piccolo.

Ha detto che nonostante sia una grande attrazione turistica per i musulmani, in parte per la sua storia islamica risalente all’VIII secolo, è stato difficile trovare un posto per pregare a Siviglia.

“Qui a Siviglia, gli spazi di preghiera che conosco sono quasi nascosti”, ha detto. “I visitatori vengono a Siviglia e non riescono a trovarli.

“È importante che i turisti incontrino i musulmani di questa città e abbiano uno spazio per farlo. Dio non ci ha creati nelle tribù in modo che potessimo conoscerci? “

Nel mezzo della crescente islamofobia in tutta Europa, gli organizzatori del progetto moschea di Siviglia sperano di superare i pregiudizi. Il partito spagnolo Vox di estrema destra ha chiesto la chiusura di quelle che ha descritto come “moschee fondamentaliste” e ha chiesto l’arresto e la deportazione di “imam estremisti”.

Hernandez ha dichiarato:  “Uno degli obiettivi che abbiamo … è quella di cambiare la percezione delle persone dell’Islam”

“Non appena entriamo in contatto con le persone, possiamo contribuire ad accrescere la loro conoscenza dell’Islam”.

Meddings ha affermato che la moschea aiuterebbe a “normalizzare i musulmani” in città.

“Possiamo avvicinarci, spiegando… non stiamo provando a convertirti, vieni a conoscerci, incontra i nostri figli, sono proprio come te, festeggiamo Eid insieme.”

Nessun commento

Lascia un commento sull'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.